buzzoole code

martedì 22 settembre 2015

torta di mele senza uova

Ingredienti:
300g di farina
200 di latte
150g di zucchero
50 g di olio di semi di girasole
2 mele
scorza grattugiata di un limone
una bustina di lievito
zucchero a velo

Procedimento: Preriscaldate il forno a 180° e successivamente lavate e tagliate a cubetti le mele irrorandole con il succo di limone per non farle diventare nere.In una terrina versate il latte e l'olio e mescolate con le fruste fino a formare una leggera schiuma.Aggiungete lo zucchero, la farina , il lievito e la scorza di limone e lavorate il composto evitando la formazione di grumi, se risulta troppo denso aggiungete poco alla volta altro latte. Tuffate le mele nell'impasto e versate il composto nella teglia già imburrata.Attendete 30- 35 minuti, eventualmente utilizzate lo stecchino, se rimane asciutto la cottura è ultimata.Sfornate e spolverizzate con lo zucchero a velo!!!




giovedì 23 luglio 2015

Patate al forno



INGREDIENTI per 2 persone:

500 g di patate circa
 rosmarino oppure origano se non l'avete 
olio evo
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Pelate le patate, lavatele e tagliatele a cubetti non troppo grossi. Per non farle attaccare l'una con l'altra ,immergetele nell'acqua per circa 20 minuti.
Foderate un teglia, quelle rettangolari grandi, con carta da forno versate le patate scolate eventualmente dall'acqua, conditele con olio evo, mi raccomando non troppo  e salate..
Una generosa macinata di pepe se piace e gli aghi di rosmarino o in mancanza provate con l'origano come ho fatto io ,mescolate bene il tutto. Cuocete in forno già caldo a 180° per 40 minuti.
Servite e buon appetito




martedì 30 giugno 2015

Torta al Cocco


Ingredienti:



Iniziare la preparazione accendendo il forno a 180° così al termine della preparazione sarà giunto a temperatura e potremo infornare subito la torta al cocco. Montare le uova con lo zucchero per circa 10 minuti fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Nel frattempo sciogliere il burro a bagnomaria oppure in microonde e lasciarlo raffreddare. Quando le uova con lo zucchero saranno ben montate, aggiungere il latte e il burro sciolto precedentemente.
Amalgamare bene tutti gli ingredienti. Aggiungere adesso farina e il lievito vanigliato setacciati per evitare la formazione di grumi; infine aggiungere la farina di cocco.
Versare il composto ottenuto in una teglia precedentemente imburrata e infarinata.
Infornare a 180° (forno preriscaldato) e cuocere la torta al cocco per 30-40 minuti. Spolverizzare la superficie della tortacon farina di cocco dopo aver spennellato con il miele....

ed ecco la mia torta , mi scuso per la qualità dell'immagine , è stata scattata con il cellulare....
A presto!!!

sabato 23 maggio 2015

Orata al forno

Buon Pomeriggio  a tutti e buon sabato .Sono qui per parlarVi di un classico delle ricette di cucina.Ecco qui la mia ricetta personale dell'orata al forno:


In un tagliere tritiamo l’aglio, il prezzemolo, la salvia, la carota e il sedano, uniamoli in un recipiente  e mescoliamoli bene.Dopo aver pulito per bene il pesce e aver preparato gli ingredienti, in una teglia abbastanza grande prepariamo uno strato di sale alto circa 1/2 cm.
Prendiamo la prima orata e al suo interno  inseriamo un po’ tutti gli ingredienti preparati con un pizzico di sale.
Poggiamo  l’orata sullo strato di sale che abbiamo preparato nella teglia.
Ripetiamo l’operazione anche con il secondo pesce. Dopo aver poggiato entrambe le orate sullo strato di sale mettiamo ancora un po’ degli ingredienti rimasti sui pesci .
Copriamo poi entrambe le orate di uno strato di sale spesso sempre 1/2 cm.
Inforniamo a 200° di temperatura e attendiamo la cottura, che sarà di circa 30 minuti  Gli occhi dei pesci risulteranno bianchi e qundi  le nostre orate saranno cotte. Togliendole dalla teglia avremo ottenuto una crosta di sale che si sarà formata su entrambi i pesci, con  un coltello, in un piatto a parte rimuoviamo agevolmente la crosta di sale e impiattiamo i nostri pesci ,condire  con un po’ di olio extra vergine d’oliva e guarnire il piatto con un quarto di limone.


martedì 7 aprile 2015

CaffèCarraro dal 1927

Buongiorno a tutti , oggi voglio parlarVi della bevanda in esclusiva più amata da tutto il mondo:Sto parlando del caffè e in particolare voglio presentarvi Caffè Carraro:

, il 1927 è la data che vede la creazione dell'azienda Carraro, epoca in cui il caffè si andava affermando come bevanda di consumo popolare, svincolandola da quella atmosfera di elitè in cui aveva vissuto sino a quel momento.
Carraro si è imposta come azienda leader del mercato grazie alla sua tradizione, passione e la sua attenzione nei vari passaggi che portano la materia prima ad esser confezionata, dalla selezione accurata del caffè verde, alla tostatura sino alla miscelazione e confezionamento, seguendo le direttive dei maestri degustatori. Vi mostro la mia ricca campionatura di cui sono stata omaggiata:


Nel cofanetto che vedete sono contenute le seguenti miscele:
ETHIOPIA
E' coltivato nelle regioni del sud su terreni di origine vulcanica, dai 1300 ai 2100 metri di altitudine, con clima ben distinto tra la stagione delle piogge e quella secca. E' il caffè più profumato del mondo, con spiccati sentori di gelsomino e petali di rosa. In tazza è molto dolc, con corpo medio e liquoroso. Il retrogusto è persistente e molto piacevole. Si abbina perfettamente alle colazioni ed i fine pasto a base di dolci.
EL SALVADOR
Coltivato nella zona di Santa Ana, verso il Guatemala, ad oltre 1500 metri di altezza. Questo caffè dopo la lavorazione in acqua e la selezione a mano, presenta una grana di un bellissimo colore verde/bluastro. In tazza si presenta molto ben bilanciato con un'ottima fusione tra dolcezza, corposità media, acidità leggera e buona profumazione. Riassume in pratica le caratteristiche salienti dei caffè centroamericani. Può essere degustato con piacere in ogni momento del mattino e fino a metà del pomeriggio.
KENYA
Coltivato sui pendii delle montagne a circa 2000 metri con un clima mite e costante, questo caffè viene raccolto a mano in più passaggi successivi e poi lavorato con il metodo a umido. In tazza sprigiona un aroma fruttato, ricco e penetrante. Pur essendo aromatico e dolce, ha un corpo pieno e acidità accentuata. Si consiglia di degustarlo dopo pasti importanti a base di selvaggina, carni rosse al forno e alla brace.
GUATEMALA
Nella regione Antigua si coltivano i caffè più pregiati del Guatemala ad altitudini dai 1600 ai 2000 metri. I piccoli produttori usano ancora i sistemi tradizionali sia per la coltivazione che per il raccolto e la lavorazione delle ciliegie. Ne risulta un caffè eccellente che in tazza esprime aromi floreali a volte con sentori di erbe alpine. Il gusto è molto dolce e cioccolatoso, il corpo pieno e l'acidità finissima. Si addice ottimamente alle prime colazioni sia dolci che salate, anche nella versione "lungo all'americana".
BRASILE
Questo caffè proviene dal Distretto di Alta Mongiana nella regione di San Paolo a circa 600 metri di altitudine. Per la cura con cui viene coltivato, raccolto e lavorato può fregiarsi della classificazione "Specialty Strictly Soft". In tazza risulta dolce senza eccessi, spesso con sapore di noce e profumo di pan tostato. Per queste caratteristiche può essere utilizzato in ogni momento della giornata.
INDIA
E' un caffè particolarissimo, dopo la raccolta subisce una doppia lavorazione: è esposto all'umidità dei venti monsonici per settimane ed alla fine viene leggermente affumicato. In tazza richiama i profumi tipici dell' Oriente con sentori di erbe aromatiche affumicate a volte con venature salmastre. Il sapore è inconfondibile e speziato. Nonostante l'impatto molto deciso e particolare, lascia il palato pulito. Da degustare dopo pasti piccanti e speziati.
COLOMBIA
La Colombia è il secondo produttore al mondo di caffè arabica dopo il Brasile, ma la sua qualità è più dolce e comunemente definita "Suave". Il tipo "Supremo" della zona di Medellin è caratterizzato da chicci grandi, piatti e uniformi perchè ben selezionati. In tazza ha in sapore delicatamente dolce, corpo leggero e aromatico. Solo le partite migliori hanno una bassa acidità e ciò consente di poter degustare questo caffè in ogni momento della giornata.
COSTA RICA
Questo caffè coltivato nel distretto di Tarrazu ad un'altezza di circa 1500 metri in condizioni climatiche e di terreno ideali per la coltivazione. Lavorato in umido e selezionato prima elettronicamente e poi manualmente, acquisisce in tazza un gusto pulito, dolce e finemente acidulo. Corposità leggera e ricca profumazione floreale. Per queste sue caratteristiche se ne consiglia la degustazione anche nella versione "lungo all'americana" a metà pomeriggio con pasticcini e dolci.
MISCELA 1927 ESPRESSO SPECIALTY ARABICA BLEND
La miscela 1927 rappresenta la sintesi di oltre 80 anni di scienza ed esperienza della Caffè Carraro nell'arte dell'Espresso italiano. E' composta da una selezione di otto tra le migliori qualità di caffè prodotte ogni anno nel mondo, tostate singolarmente e miscelate al momento del confezionamento in atmosfera protettiva. In tazza risulta un caffè di grande equilibrio con cremosità compatta, aroma profumato e intenso, corpo pieno, retrogusto persistente e cioccolatoso. Basso tenore di caffeina. Tostatura tradizionale a ciclo lento. Adatto sia alla moka che per macchina espresso famiglia. Confezionato in atmosfera protettiva.
100% Arabica
Questo caffè torrefatto in grani è più aromatico del precedente, frutto di una costante ricerca e di una pregiata lavorazione artigianale, adatto per coloro che amano un gusto più impreziosito e differenziato.

Decaffeinato

Miscela studiata per coloro che non possono fare a meno di bere caffè, con una concentrazione di caffeina non superiore alle 0.10%, mantiene comunque un aroma intenso ed un sapore pieno.
Cacao Amaro























Cacao amaro ideale per preparare i vostri dolci, come ad esempio il tiramisù, è preparato  senza l'utilizzo di coloranti, conservanti ed altri additivi chimici.

Cacao Zuccherato 
Il cacao zuccherato è perfetto per preparare delle golose cioccolate calde oppure ideale per essere utilizzato nella preparazione di dolci, preparato senza l'ausilio di conservanti, coloranti ed additivi chimici.

Ed ecco che la mia giornata inizia con buon caffè .....

lunedì 6 aprile 2015

Biscotti occhio di bue

Ingredienti per 4 persone:  350 g di farina Farmo

 125 g di zucchero
 125 g di burro
 2 tuorli
 1 uovo intero
 scorza di limone grattugiato 
 marmellata
 zucchero a velo per guarnire
Lavoro il burro con la farina, la      fecola e aggiungo lo zucchero a velo, il sale e qualche essenza di vaniglia. Aggiungo infine l'uovo e lavoro tutto fino ad ottenere un panetto da far riposare in frigo per 30 minuti. Stendo la pasta, ritaglio dei dischi e su metà di questi realizzoun piccolo buco al centro. Inforno quindi i biscotti a 180° per 10 minuti. Li lascio raffreddare  e metto un cucchiaino di marmellata sulle metà intere e chiudo con le altre metà con il buco. Servo gli occhi di bue cosparsi di zucchero a velo.