buzzoole code

mercoledì 19 marzo 2014

Zeppole di San Giuseppe


Ingredienti:
  • 250 g di acqua
  • 230 g di farina 00
  • 40 g di strutto
  • 5 g di sale
  • 5 o 6 uova
  • 1/2 l di crema pasticciera
  • q.b. di amarene sciroppate
  • q.b. di zucchero a velo
  • q.b. di olio di arachidi per friggere
Mettere in tegame l’acqua, il sale e lo strutto e portare ad ebollizione. Una volta raggiunta l'ebollizione  aggiungere in una sola volta la farina. Mescolare velocemente ed energicamente con un mestolo di legno fino a formare un impasto morbido continuare a girare fino a quando l’impasto si staccherà dalle pareti della pentola. Togliere dal fuoco e trasferire il composto in un recipiente o in una planetaria e lasciarlo intiepidire per qualche minuto. Aggiungere un uovo sbattuto quando sarà ben assorbito aggiungerne un altro e così via fino ad ottenere un impasto della stessa consistenza della crema.
Trasferire il composto in una tasca da pasticciere munita di beccuccio a stella e formare delle ciambelline su carta da forno. Immergere le ciambelline con la stessa carta (la carta si potrà recuperare con una pinza da cucina) in un tegame con olio a 120°C, quando saranno gonfie trasferirle in un tegame con olio a 170°C per cuocerle. Avere cura di rigirarle spesso nell’olio per evitare che l’olio superi quella temperatura.
Porre le zeppole su della carta da cucina affinchè perdano l’olio in eccesso.
Farcire le zeppole di San Giuseppe fritte con della crema pasticciera e un’amarena. Spolverarle con dello zucchero a velo.





lunedì 17 marzo 2014

Bignè alla crema


Occorrente:

Per i bignè:
- 250 g di burro,
- 350 g di farina,
- 350 g di acqua,
- 350 g di uova (pari a 6/7 uova),
- 3 g di sale fino,
- 5 g di zucchero.

Per la crema pasticcera:
- 25 gr di farina,
- 250 ml di latte,
- 3 tuorli d'uovo,
- 1 baccello di vaniglia (o dell'essenza di vaniglia),
- 75 gr di zucchero,
- 1 scorzetta di limone.
Far bollire  l'acqua assieme al burro, al sale e allo zucchero. Abbassare la fiamma ed unire pian piano la farina setacciata, mescolando bene, aiutandosi con un cucchiaio di legno. Continuare fino a quando il composto si sarà asciugato e sul fondo della pentola si sarà formata un leggero strato bianco.
Togliere dal fuoco e far raffreddare.

Aggiungere al composto un uovo per volta e mescolare bene affinché questo si amalgami bene all'impasto.
Quando il composto sarà liscio e omogeneo, metterlo in un sac à poche e creare i bignè su una teglia ricoperta da carta da forno, distanziandoli tra loro.
Preriscaldare il forno a 200° e far cuocere i bignè per 15/20 minuti.
Una volta che i bignè saranno pronti, farli raffreddare.

Nel frattempo preparare la crema pasticcera.

Mettere a scaldare il latte in una casseruola con il baccello di vaniglia e la scorza di limone e toglierlo dal fuoco non appena si percepirà  l'ebollizione. Lasciare in infusione per circa 10 minuti (nel caso in cui si utilizzi l'essenza di vaniglia, questa infusione non è necessaria).

Nel frattempo in una terrina a parte lavorare molto bene i tuorli e zucchero con l'aiuto di uno sbattitore elettrico, fino ad ottenere un composto spumoso.

Aggiungere a filo un terzo del latte tiepido (da cui avrete estratto la vaniglia e la scorzetta di limone) e successivamente aggiungere pian piano la farina setacciata.
Aggiungere a filo il latte tiepido.
Mettere sul fuoco continuando a mescolare e quando il composto avrà raggiunto il bollore abbassare la fiamma e far sobollire per 3/4 minuti fino a quando la crema si sarà addensata.
Spegnere il fuoco e versare in una ciotola in modo da interrompere la cottura.

Prendere i bignè, inciderli e farcirli con la crema aiutandosi con un sac à poche. Lasciarli riposare in frigorifero per 40 minuti circa in modo che l'umidità della mousse faccia ammorbidire la pasta del bignè.

Spolverare con lo zucchero a velo.

domenica 2 marzo 2014

Parfait di Mandorle!!!


Il parfait di mandorle è un semifreddo che ha origini siciliane a base di panna e di mandorle.
Ingredienti:
500 ml di panna fresca, 300 g di zucchero semolato, 4 tuorli d'uovo, 200 g di mandorle, 1 bustina di vanillina.
Si tratta di un semifreddo che prevede : panna fresca, zucchero semolato, tuorli d'uovo, mandorle e vanillina. Mentre per guarnire possiamo scegliere tra sciroppo di fragola o cioccolato fuso. Prima della preparazione, abbiamo bisogno :un cucchiaio di legno, un mixer, una padella antiaderente, una ciotola, una teglia per plum cake. Questo dessert prevede un periodo di riposo in freezer che va da un minimo di 12 ore ad un massimo di 24 ore; quindi se lo si vuole preparare per una ricorrenza bisogna prepararlo almeno un giorno prima.
Prendere la padella antiaderente e inserire le mandorle già pelate. Accendere il fuoco e tostare le mandorle per qualche minuto. Una volta pronte fatele raffreddare. Inserire le mandorle tostate nel contenitore del mixer e azionare. Ridurre le mandorle in pezzettini non troppo piccoli. Prendere nuovamente la padella antiaderente, inserire le mandorle tritate e 100 grammi di zucchero, accendere una fiamma vivace e caramellare. Durante la caramellatura mescolare con un cucchiaio di legno. Sarebbe opportuno avere in casa un cucchiaio di legno solo per i dolci, poiché il legno assorbe i sapori e sarebbe molto sconveniente utilizzare un cucchiaio impregrato di sugo!
Quando le mandorle saranno ben dorate e caramellate, spegnere il fuoco e trasferirle in un contenitore.  Riporre in frigo.  
Montare a neve ben ferma 4 tuorli d'uovo e aggiungere lentamente la restante 
parte di zucchero e la vanillina.  Montare la panna fresca e aggiungerla gradatamente al composto.  Incorporare all'impasto solo 3/4 delle mandorle tostate, la restante parte servirà per guarnire il dolce.  Amalgamare delicatamente tutti gli ingredienti, mandorle, panna, albumi, zucchero e vanillina con un cucchiaio di legno con un movimento dall'alto verso il basso, facendo molta attenzione a non smontare la panna.  Inserire tutto l'impasto in una teglia sciacquata sotto l'acqua tipo quella per i plum cake.  Inserire lo stampo in freezer per almeno 2 ore, togliere dal freezer e mettere la restante parte delle mandorle tostate in superficie.  Rimettere in freezer per altre 10 ore.  Ma se proprio vogliamo essere sicuri che il nostro dessert tenga bene la forma possiamo aspettare anche 24 ore..