buzzoole code

venerdì 13 settembre 2013



Verde Abruzzo opera da anni nel campo della produzione e della distribuzione di una vasta gamma di prodotti alimentari di altissima qualità. Con impegno e passione si dedica alla ricerca, alla raccolta ed alla lavorazione delle migliori olive da cui ottenere il prezioso “Oro d’Abruzzo”: l’Olio d’Oliva Extra Vergine.
Nonostante la dimensione artigianale, l’impresa esporta il 45% della sua produzione.
Verde Abruzzo diffonde i suoi prodotti mediante l’utilizzo di tre marchi: “Conte di Bellomonte”, “Tenuta Fragassi” e “Terra Nostra”. Oltre alla produzione di Olio Extra Vergine, Olio Biologico e DOP, l’azienda offre diverse linee di Oli Aromatizzati (disponibili anche in versione spray), Condimenti per Bruschetta, Patè, Verdure in Olio Extra Vergine e Sughi Pronti, tutti disponibili in decine di ricette e formati differenti. Infine la gamma si completa di una linea di Aceto Balsamico, anche aromatizzato.
Le olive e le altre materie prime utilizzate provengono tutte da piantagioni italiane, mentre i processi lavorativi sottostanno a rigide procedure di autoregolamentazione secondo quanto previsto dal protocollo HACCP. Grazie a questi accorgimenti, l’azienda ha ottenuto le certificazioni di Agricoltura Biologica e Denominazione di Origine Protetta. Inoltre, nel 2008 il “DOP Aprutino-Pescarese” firmato Tenuta Fragassi ha ottenuto le prestigiose “Tre Olive” di Slow Food, un importante riconoscimento che attesta la sua altissima qualità.
Vediamo insieme alcuni prodotti :


Oli aromatizzati 

POMODORO PERA D’ABRUZZO, SALE.
LA PASSATA MIGLIORE NON HA BISOGNO DI ALTRO

Ogni giorno i pomodori sono baciati dal sole dell’Abruzzo sotto l’occhio vigile dei nostri contadini. Controllano continuamente il campo e la crescita dei pomodori, per assicurare che siano dolci, con pochi semi e che arrivino a fine stagione senza difetti. All’inizio della stagione, le piantine di pomodoro vengono poste nel campo e, dopo aver raggiunto sufficiente altezza, vengono “incannate” a mano. Questo permette alle piante di raggiungere anche i due metri di altezza.
I pomodori vengono raccolti esclusivamente a mano solo quando hanno raggiunto un’ottima maturazione. Questo pesante lavoro giornaliero permette al pomodoro di sprigionare tutte le sue qualità quando verrà trasformato in passata.
I pomodori vengono lavati e poi scelti a mano da occhi attenti e nasi fini. Solo i pomodori che rispettano le nostre specifiche organolettiche (come colore, forma, odore e gusto) vengono trasformati in passata.
Sono poi sbollentati fino a quando raggiungono la giusta consistenza e trasformati in passata. Viene aggiunto il sale e poi subito imbottigliata passando per un sistema di tubi in acciaio che evitano il contatto del prodotto con l’aria.
Le bottiglie vengono poi pastorizzate per assicurare l’igiene e un lungo tempo di conservazione.
Ecco la ricetta realizzata con la passata di pomodoro :
450 gr di tortiglioni
sedano qb
carota qb
cipolla qb
olio
passata di pomodoro qb
1 fetta di manzo
500 gr di carne trita
prezzemolo e parmigiano qb
1 uovo
pangrattato qb
1 melanzana
olio di semi
mozzarella qb
sale
Preparare un soffritto rosolando in un pentolino sedano, carota e cipolla sminuzzati in poco olio.
Aggiungere al soffritto il pomodoro e la fetta di manzo per insaporire e continuare la cottura del sugo.
Preparare delle polpettine, a parte, unendo il macinato di carne con uova, pangrattato, prezzemolo e parmigiano.
Affettare le melanzane a rondelle e friggerle in olio di semi.
Friggere anche le polpettine di carne.
Cuocere la pasta e scolarla al dente.
Comporre la teglia con uno strato di sugo, poi pasta, polpette, mozzarella a cubetti, melanzane fritte.
Ripetere con un secondo strato di sugo, pasta, polpette e mozzarella e completare con altro sugo e parmigiano.
Infornare a 180 gradi per 45 minuti.

Nessun commento:

Posta un commento