buzzoole code

mercoledì 20 marzo 2013


PEMA: segale , acqua, sale e nient'altro !!!


L'azienda PEMA nacque per caso nel 1950, quando il pasticciere Heinrich Leupoldt decise di acquistare dei macchinari per la produzione di Lebkuchen (tipici dolci tedeschi di panpepato). Sfortunatamente però si accorse che quei macchinari non servivano per produrre dolci bensì un tipo di pane nero che in Boemia ha lo stesso nome dei dolci di panpepato. Decise comunque di iniziare a produrre pane (pur essendo un pasticciere).
Il nome "Pema" in tibetano significa "Fior di Loto" ed è utilizzato per indicare la purezza. Questo nome è lo specchio del suo progetto e tre sono infatti i principi-guida della sua attività: usare cereali provenienti da un'agricoltura pulita, scegliere lavorazioni semplicissime, capaci di esaltare il gusto e di mantenere intatte le proprietà nutrizionali dei cereali e usare tutto il tempo che serve. Queste, secondo Heinrich Leupoldt, sono le regole per fare un pane buono e che fa bene.
Per PEMA la freschezza del pane è un aspetto fondamentale. Il suo obiettivo è, da sempre, quello di portare a tavola un pane che si mantenga fresco per diversi giorni, ovviamente senza l'uso di additivi e conservanti.
PEMA offre diverse varianti di pane reperibili in Italia:
PEMA CLASSICO, il vero pane di segale della tradizione tedesca;
PEMA PLUS, le buone qualità della segale integrale incontrano il gusto e le caratteristiche di altri importanti cereali più l'energia dei semi oleosi;
PEMA PRATICO, un cestino che comprende ben 5 tipi di pane integrale.

Vi mostro quale prodotto mi è stato inviato :
Pane di Segale Integrale al 100% da 500 gr.

PEMA è un pane integrale fatto a regola d’arte, buono per la tavola di tutti i giorni, per un panino da mettere in borsa e mangiare in ufficio, per gli stuzzichini e le bruschette dell’aperitivo, per accompagnare le creme vegetali di un buffet freddo. 
Al mattino è insuperabile come prima colazione 
Al naturale o tostato brevemente, se lo si preferisce più croccante, è eccellente spalmato con burro, miele o marmellata. Quello ai semi di girasole è buono anche da solo, il suo sapore leggermente dolce si accompagna bene al latte, al tè e alle spremute di frutta.

Per uno spuntino, un panino, un secondo piatto
E’ ottimo con i salumi e i formaggi, soprattutto quelli a pasta molle. Con l’aggiunta di un velo di burro è squisito con le acciughe e con il salmone.
Per un buffet freddo o un brunch
Le creme vegetali e quelle a base di formaggio si sposano benissimo con PEMA e sono ideali per un buffet freddo o un brunch. Si mettono in tavola alcune ciotole di crema da spalmare a piacere su PEMA, al naturale e tostato.

Nessun commento:

Posta un commento